Giornalismo lumaca e lettori meno angosciati

30 Set

Esiste una sola verità universalmente riconosciuta e non riguarda gli scapoli di Jane Austen: nessuno, davvero nessuno, nemmeno il giornalista più mattiniero o il blogger motivatissimo, può ingerire a lungo senza conseguenze la slavina quotidiana di notizie, notiziole, curiosità, approfondimenti, rubriche, retroscena, video-curiosità, reportage, commenti e scoop.

Diciamolo: è impossibile. Anni di lettura compulsiva di giornali, quotidiani on line, blog, settimanali, magazine e Limes sono sufficienti per ammettere che, ogni giorno, basterebbe leggere 4 o 5 articoli al massimo per capire cosa è successo e aggiungere vera conoscenza a quella già immagazzinata dai tempi delle elementari (col maestro unico, peraltro).

Informarsi davvero è diventato, insomma, difficilissimo. E questo non ha nulla a che vedere con Berlusconi e la libertà di stampa.

Questo blog nasce come supporto alle storie che cercheremo di raccontare su Reportage Italia, un sito che nasce dal gruppo di Extramedia e che vuole registrare questo Paese in lungo e in largo, lontano da pregiudizi e preconcetti. Un giornalismo lumaca, che vuole approfondire e non stordire. Nessuna slavina, nessun aggiornamento compulsivo. Vorremmo che leggeste le nostre storie con calma.

Coincidenza vuole che Reportage Italia parta dalla fine politica di Berlusconi. Nessuno ancora festeggia, ma il Cavaliere è bollito. Il problema è che lo siamo anche noi tutti. Siamo stanchi, demotivati, sfiduciati, depressi. Lo ripetono i sociologi, i politologi, gli osservatori, gli indicatori, le statistiche, i quotidiani, le notizie. Reportage Italia parte da qui, ma con ottimismo.

3 Risposte to “Giornalismo lumaca e lettori meno angosciati”

  1. Michele Caruso 1 ottobre 2010 a 06:58 #

    Non so se il cavaliere sia bollito (aspettiamo a dirlo, aspettiamo…). Di sicuro io non mi sento sfiduciato, né demotivato, né depresso, né stanco. Buon lavoro e complimenti a Extramedia

  2. Michele Caruso 3 ottobre 2010 a 10:19 #

    Il mio commento è in attesa di moderazione. Ma quanti dottori della chiesa, illustri teologi, esimii esegeti, paludati ermeneuti stanno tentando di carpire il senso recondito del mio commento? Scherzo, scherzo…

  3. lauraeduati 13 ottobre 2010 a 13:38 #

    siamo ancora alla fase “prove tecniche”, grazie del commento!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blogs Of The Day

Just another WordPress.com weblog

Laura Eduati

reportage, interviste, articoli di Laura Eduati

Chi ha sparato alla cicogna?

La ricerca di un bambino (vista da lui).

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: